Via Lago D'Averno, 8, 74121 Taranto TA spiritosanto@diocesi.taranto.it 099 641 75 30 - 099 776 18 36

NOVENA ALL’IMMACOLATA – 9° GIORNO

7 dicembre

Il concepimento immacolato di Maria nella storia della salvezza, ci dà l’opportunità di comprendere il desiderio che Dio ha di noi, Egli che è Padre e Madre di ogni uomo, ci guarda e vive nell’attesa di vederci realizzati, attende che i suoi figli si relazionino con Lui. Apre all’umanità la strada che ci porterà a vivere con Lui, di Lui e per Lui. Non si tratta di un amore possessivo il Suo, ma di un Amore comprensivo. Che nell’accogliere noi, ci rafforza, non ci svilisce; nel Suo donarsi non vincola, ma anzi Libera. Per questo Maria è per noi modello di Libertà.
Ha accolto il suo essere immacolata come un dono e ne ha avuto cura, ha saputo concepire se stessa come ragazza, come donna, come Madre, come Tutto, legandosi e rafforzandosi in Dio.

Aiutaci Maria a vivere dello stesso Amore del Padre, amore che si dona e crea. Dello stesso Amore del Figlio tuo, che si dona e riscatta. Dello stesso Amore dello Spirito Santo che si dona e fortifica.

Un Pater, Ave e Gloria

NOVENA ALL’IMMACOLATA – 8° GIORNO

6 dicembre

Concependo la vita unita a quella di Dio, Maria ha saputo vincere il male, è riuscita a mantenere integro il suo legame con il Suo Signore, e ciò Le ha permesso di essere unita a Lui in maniera ancora più profonda, legame costituito dalla reciprocità fra Lei e il Creatore.
Condividendo e facendo suo il progetto dell’Altissimo è divenuta mistica aurora della redenzione. Compito dell’aurora è quello di preannunciare il giorno, di precedere e preparare la terra, avvolta dall’oscurità della notte, ad “accogliere la Luce vera che illumina ogni uomo”.

Aiutaci Maria ha risplendere non di noi stessi, ma di Dio.

Un Pater, Ave e Gloria

NOVENA ALL’IMMACOLATA – 7° GIORNO

5 dicembre

Concepire se stessi immacolati nell’Amore
Concepire se stessi, comprendere e orientare ogni nostro pensiero e ogni scelta che da esso sarà originata, come l’opportunità di riscatto da ciò che impuro, da ciò che è peccato. Possiamo vivere, come ci chiede l’apostolo Paolo, “immacolati nell’Amore”. La lettera dell’apostolo Giovanni ci presenta Dio come Amore, dunque concepire se stessi partendo da Dio, ogni nostro istante offerto a Lui, l’unico che ha sempre avuto fiducia e nutrito la Sua speranza in noi. Questo ci insegna Maria, a divenire un tutt’uno con Dio.

Aiutaci Maria a orientare ogni nostro fine all’Amore.

Un Pater, Ave e Gloria

NOVENA ALL’IMMACOLATA – 6° GIORNO

4 dicembre

Essere immacolati nella concezione di pensieri e azioni.
Concepire, far esistere, mettere al mondo. Si concepisce una vita, si concepiscono delle idee, degli atteggiamenti, anche dei giudizi e talvolta delle critiche, come anche le calunnie o i pregiudizi.
Tutto ciò che mettiamo in essere è concepito da noi, a partire dalle nostre intenzioni, dai nostri desideri e dalle nostre aspirazioni positive e talvolta negative. Occorre vivere in un continuo discernimento, concepire idee, azioni, propositi che siano immacolati, senza il condizionamento delle nostre fragilità.

Aiutaci Maria a concepire noi stessi nel regno di Dio, a trovare la nostra collocazione nel mondo.

Un Pater, Ave e Gloria

NOVENA ALL’IMMACOLATA – 5° GIORNO

3 dicembre

Essere immacolati è certamente un dono, ma è anche una responsabilità che ci assumiamo. Dopotutto ogni volta che riceviamo qualcosa, un oggetto, un opportunità, un atteggiamento affettuoso, la libertà e la vita stessa, siamo chiamati ad esserne custodi. Maria ci insegna che è possibile diffondere la bellezza e la purezza intorno a noi, accogliendo la purezza altrui e addirittura coinvolgendo ciò che nel mondo è distorto per renderlo diritto, ciò che nel mondo è ingiusto, può cambiare è divenire giusto.
A noi il coraggio di credere nei nostri ideali, di credere nel messaggio di Dio, di credere nell’uomo del nostro tempo. Possiamo e dobbiamo aver fiducia in un mondo migliore.

Aiutaci Maria ad accogliere ogni istante della vita come un segno dell’Amore che Dio ha per noi, aiutaci ad aver fiducia in noi stessi e nei fratelli.

Un Pater, Ave e Gloria

NOVENA ALL’IMMACOLATA – 4° GIORNO

2 dicembre

Maria è generata immacolata nel grembo di Sant’Anna, noi siamo generati come creature immacolate nel lavacro del Battesimo e siamo continuamente rigenerati e resi immacolati nel grembo della Madre Chiesa, attraverso il sacramento della confessione.
Ogni volta che ci accostiamo al sacramento della riconciliazione, dovremmo accoglierne i frutti di grazia, le opportunità che esso ci offre. Il Signore misericordioso ci dà di compiere un cammino di immacola-azione, un percorso che ci purifica attraverso le azioni di conversione, che dunque non si esaurisce con la assoluzione del ministro di Dio, ma che continua nella conversione reale che ha origine dal sacramento.

Aiutaci Maria a discernere ciò che è bene, insegnaci a rialzarci ogni volta che la disperazione macchia e ostacola la nostra libertà.

Un Pater, Ave e Gloria

NOVENA ALL’IMMACOLATA – 3° GIORNO

1 dicembre

Ha vissuto Maria nel mondo, come lievito, come luce. Come una donna che attraverso le sue scelte ispirate alla volontà di Dio ha mantenuto pulita la sua coscienza. Tutto ciò che la riguardava, cercava di renderlo santo. L’unione con Giuseppe, il lavoro della casa. La quotidianità diventi occasione di Santità anche per noi. Ella non ha tenuto per se il suo essere senza macchia, ma ha diffuso la purezza con la sua testimonianza. Potremmo quasi dire che, come ciò che è macchiato è causa di sporcizia, così ciò che è candido, produce purezza.

Aiutaci Maria ed essere puri, a spandere nel mondo la bellezza che viene da Dio.

Un Pater, Ave e Gloria