Via Lago D'Averno, 8, 74121 Taranto TA spiritosanto@diocesi.taranto.it 099 641 75 30 - 099 776 18 36

PELLEGRINAGGIO DIOCESANO 9 SETTEMBRE 2017

Iscrizioni presso l’ufficio parrocchiale;
Quota di solo viaggio €17;
è previsto il pranzo al sacco o su prenotazione il pranzo presso una struttura di ristorazione.

SANTA MESSA DELLE 11.30 SOSPESA

DA DOMENICA 25 GIUGNO SOSPENDEREMO LA CELEBRAZIONE DELLA SANTA MESSA DELLE ORE 11.30
FINO AL 10 SETTEMBRE 2017

BENEDIZIONE DEL PANE DI SANT’ANTONIO

MARTEDI’13
FESTA DI SANT’ANTONIO DA PADOVA
CELEBRAZIONE EUCARISTICA E BENEDIZIONE DEL PANE
ORE 08.00 – ORE 19.00

SCOPRI SANT’ANTONIO DA PADOVA – CLICCA QUI

FESTA DI PENTECOSTE 2017

“Festa di Pentecoste 2017”
04 giugno

«Non vi lascerò orfani» (Gv 14,18).

La missione di Gesù, culminata nel dono dello Spirito Santo, aveva questo scopo essenziale: riallacciare la nostra relazione con il Padre, rovinata dal peccato; toglierci dalla condizione di orfani e restituirci a quella di figli.
L’apostolo Paolo, scrivendo ai cristiani di Roma, dice: «Tutti quelli che sono guidati dallo Spirito di Dio, questi sono figli di Dio. E voi non avete ricevuto uno spirito da schiavi per ricadere nella paura, ma avete ricevuto lo Spirito che rende figli adottivi, per mezzo del quale gridiamo: “Abbà! Padre!”» (Rm 8,14-15). Ecco la relazione riallacciata: la paternità di Dio si riattiva in noi grazie all’opera redentrice di Cristo e al dono dello Spirito Santo.
Lo Spirito è dato dal Padre e ci conduce al Padre. Tutta l’opera della salvezza è un’opera di ri-generazione, nella quale la paternità di Dio, mediante il dono del Figlio e dello Spirito, ci libera dall’orfanezza in cui siamo caduti. Anche nel nostro tempo si riscontrano diversi segni di questa nostra condizione di orfani: quella solitudine interiore che sentiamo anche in mezzo alla folla e che a volte può diventare tristezza esistenziale; quella presunta autonomia da Dio, che si accompagna ad una certa nostalgia della sua vicinanza; quel diffuso analfabetismo spirituale per cui ci ritroviamo incapaci di pregare; quella difficoltà a sentire vera e reale la vita eterna, come pienezza di comunione che germoglia qui e sboccia oltre la morte; quella fatica a riconoscere l’altro come fratello, in quanto figlio dello stesso Padre; e altri segni simili.
A tutto questo si oppone la condizione di figli, che è la nostra vocazione originaria, è ciò per cui siamo fatti, il nostro più profondo “DNA”, che però è stato rovinato e per essere ripristinato ha richiesto il sacrificio del Figlio Unigenito. Dall’immenso dono d’amore che è la morte di Gesù sulla croce, è scaturita per tutta l’umanità, come un’immensa cascata di grazia, l’effusione dello Spirito Santo. Chi si immerge con fede in questo mistero di rigenerazione rinasce alla pienezza della vita filiale.
«Non vi lascerò orfani». Oggi, festa di Pentecoste, queste parole di Gesù ci fanno pensare anche alla presenza materna di Maria nel Cenacolo. La Madre di Gesù è in mezzo alla comunità dei discepoli radunata in preghiera: è memoria vivente del Figlio e invocazione vivente dello Spirito Santo. E’ la Madre della Chiesa. Alla sua intercessione affidiamo in modo particolare tutti i cristiani, le famiglie e le comunità che in questo momento hanno più bisogno della forza dello Spirito Paraclito, Difensore e Consolatore, Spirito di verità, di libertà e di pace.
Lo Spirito, come afferma ancora san Paolo, fa sì che noi apparteniamo a Cristo: «Se qualcuno non ha lo Spirito di Cristo, non gli appartiene» (Rm 8,9). E consolidando la nostra relazione di appartenenza al Signore Gesù, lo Spirito ci fa entrare in una nuova dinamica di fraternità. Mediante il Fratello universale, che è Gesù, possiamo relazionarci agli altri in modo nuovo, non più come orfani, ma come figli dello stesso Padre buono e misericordioso. E questo cambia tutto! Possiamo guardarci come fratelli, e le nostre differenze non fanno che moltiplicare la gioia e la meraviglia di appartenere a quest’unica paternità e fraternità.
Papa Francesco, Basilica Vaticana – Domenica, 15 maggio 2016

Con le parole del santo Padre vogliamo augurarvi, buona festa di Pentecoste!
Anche quest’anno siamo riusciti a organizzare la nostra festa Parrocchiale, un ringraziamento va ai volontari ed ai benefattori che con il loro tempo e con il loro contributo, ci consentono, non solo di stare insieme e di festeggiare il nostro Patrono, ma anche di essere un piccolo segno di speranza verso coloro ai quali diamo, anche se piccola, una opportunità di lavoro, guadagnandosi il loro pane con dignità.

Il Signore vi Benedica e vi doni “cento volte ciò che avete donato insieme alla Vita Eterna”.
don Martino, don Francesco e don Emiliano

_______________________________________________________________________
Programma Religioso
Settenario in preparazione alla festa
29 Maggio – 02 Giugno 2017

Ore 18:00 S. Rosario allo Spirito Santo e Adorazione Eucaristica.
Ore 19:00 Celebrazione della S. Messa

Sabato 03 Giugno

Ore 18:30 Solenni Primi Vespri
Ore 19:00 Santa Messa presieduta da S.E. Rev. ma Mons. Filippo SANTORO
con conferimento delle sante Cresime

Ore 23:00 Veglia di Pentecoste e Santa Messa Solenne

Domenica 04 giugno
SOLENNITA’ DI PENTECOSTE

Ore 08:00 Lodi Mattutine;
Ore 08:30 Santa Messa presieduta dal Rev. don Francesco TENNA, vicario parrocchiale;
Ore 10:00 Santa Messa presieduta dal Parroco;
Ore 11.30 Messa e celebrazione delle sante Cresime presiedute dal Vicario Generale della nostra Arcidiocesi, Rev.mo Mons. GRECO don Alessandro.
Ore 16.30 Recita dei secondi Vespri;
Ore 17.30 Santa Messa presieduta dal Rev. don Emiliano GALEONE, cappellano della clinica Bernardini e collaboratore parrocchiale.

PROCESSIONE
Ore 19:00 processione per le vie del nostro quartiere secondo il seguente itinerario:
V. Lago d’Averno, V. Cripta del Redentore, V. Scoglio del Tonno, V. Ospedalicchio,
V. Lago di Pergusa, V. Cripta del Redentore, V. Lago d’Averno
e si concluderà sul sagrato della Chiesa.
VI PARTECIPERANNO TUTTI I GRUPPI, I MOVIMENTI E LE ASSOCIAZIONI PARROCCHIALI,
I RAGAZZI DI PRIMA COMUNIONE PARTECIPERANNO CON L’ABITO DA CERIMONIA.

Durante il percorso, presteranno servizio di animazione:
A.S.D. SBANDIERATORI E MUSICI – città di Oria

“Orchestra di Fiati Città di Crispiano”
diretta dal Prof. FRANCESCO BOLOGNINO

Programma Civile

X Olimpiadi di Pentecoste Gare sportive promosse per la prima volta dall’Anspi “Spirito Santo”

Sabato 27 maggio

RACCOLTA DEL SANGUE
a cura dell’ass. joinica donatori sangue bambino microcitemico
dalle ore 08.30 alle 12.00 nei pressi del bar “LA ROSA BLU”

Giovedì 01 giugno

Spettacolo teatrale
AAA…CERCASI…C.P.R. regia di Mariangela Lincesso

Compagnia teatrale Cesare G. Viola – Ass. culturale la Baracca
Auditorium “Paolo VI”, ingresso ore 20.30 – Sipario ore 21.00 – Per info e prenotazioni 099.7761836

Venerdì 02 giugno

CENA COMUNITARIA
Ore 21:00 presso il piazzale del centro giovanile
Per Info e prenotazioni, rivolgersi alla segreteria parrocchiale.

Domenica 04 giugno

Ore 11:00 Volo di Colombi.

In serata, al termine della processione, sul sagrato della chiesa, coreografia curata da
A.S.D. SBANDIERATORI E MUSICI
– città di Oria

Ore 21:30 Spettacolo musicale dei
“NOTTE TEMPO”

Sagra popolare della salsiccia

Nel corso della serata si svolgeranno le premiazioni delle Olimpiadi di Pentecoste.

Ore 23:30 Spettacolo Pirotecnico dal tetto della chiesa, a cura della ditta “il Pirotecnico”, di G. Insogna

Addobbo floreale “FLOMAR” di F. Marraffa
Luminarie a cura della “Premiata ditta E. MEMMOLA”

“Orchestra di Fiati Città di Crispiano” – diretta dal Prof. FRANCESCO BOLOGNINO

Spettacolo pirotecnico a cura della ditta – “IL PIROTECNICO” di G. Insogna

Parrocchia “Spirito Santo” Taranto, via Lago d’Averno, 8.
Info.: Tel.\fax 099.776.18.36 – web.: www.parrocchiaspiritosantotaranto.it
spiritosanto@diocesi.taranto.it